Lo shopping di Griffin

0

Il finanziere statunitense Kenneth C. Griffin ha acquistato per 500 milioni di dollari un’opera di Pollock e una di De Kooning

Ken Griffin, 48 anni, CEO di Citadel, una delle società di investimenti più importanti al mondo, dopo aver fatto parlare di sé a inizio anno con una donazione di 40 milioni di dollari al MOMA di New York, la più alta mai fatta al museo da un privato, torna a balzare all’onore delle cronache artistiche con un acquisto da 500 milioni. Il miliardario di Chicago si è infatti aggiudicato per questa somma Interchanged di Willem De Kooning del 1955 e Numero 17a di Jackson Pollock del 1948, ora entrambi esposti all’Art Institute di Chicago, del cui consiglio di amministrazione fa farte.

Lo shopping di Mr. Griffin e le alte cifre che spende per assicurarsi i capolavori dell’arte moderna americana, oltre a testimoniare la sua passione, rappresenta un vero e proprio terremoto per il mercato dell’arte, da sempre ambito di grosse speculazioni finanziarie, operazioni in cui il giovane magnate è un titano. Grosse somme di denaro intorno a particolari correnti o periodi storici, influenzano infatti la scelta di organizzare mostre ed eventi  intorno a determinati artisti piuttosto che altri, condizionando i gusti e la conoscenza del pubblico, a scapito di epoche e maestri lontani dai riflettori.

Share.

About Author

Sono nata e cresciuta in un villaggio della provincia bergamasca, quasi bresciana, nascosto tra le nebbie della Pianura Padana. Ho scelto Milano come città di adozione perchè, se impari a conoscerla, non è una città caotica, non è per forza fashion e può pure capitare di chiacchierare col vicino di casa. Sono laureata in storia dell'arte e lavoro nel variegato mondo della comunicazione.

Comments are closed.